TRIPLICE PRESENZA AL FESTIVAL APERTO - Tempo Reale

Iscriviti alla newsletter



    Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo l'Informativa sulla Privacy che dichiaro di aver letto e compreso.


    Tempo Reale/Produzioni /TRIPLICE PRESENZA AL FESTIVAL APERTO

    TRIPLICE PRESENZA AL FESTIVAL APERTO

    images/stories/img_24811.jpg

    TRIPLICE PRESENZA AL FESTIVAL APERTO

    TRIPLICE PRESENZA AL FESTIVAL APERTOTempo Reale partecipa a tre concerti del Festival Aperto di Reggio Emilia consolidando una presenza all’insegna dell’elettronica dal vivo e della progettualità sperimentale.

      

     

     

     

     

    Venerdì 16 ottobre 2015, ore 20.30
    Sala degli Specchi del Teatro Valli
    CANTA CHE TI PASSA
    Meditazione musicale sui canti di lavoro

    ideazione Francesco Giomi, Fabio Lombardo
    trascrizioni ed elaborazioni Fabio Lombardo
    progettazione elettroacustica Francesco Giomi
    ensemble vocale L’Homme Armé
    percussioni Stefano Rapicavoli
    regìa del suono Damiano Meacci
    collaborazione alla mise en espace Caterina Poggesi
    produzione L’Homme Armè, Tempo Reale, in collaborazione con Istituto Ernesto De Martino

    Venerdì 23 ottobre 2015, ore 20.30
    Palcoscenico del Teatro Valli
    ACCIAI
    Ensemble Icarus
    Sonia Visentin, soprano
    Francesca Mazza, voce recitante
    Tempo Reale, live electronics (Francesco Giomi e Damiano Meacci)
    Pietro Borgonovo, direttore

    Luigi Nono, La fabbrica illuminata, per voce femminile e nastro magnetico (1964). Testi di Giuliano Scabia, Cesare Pavese
    Adriano Guarnieri, Lo stridere luttuoso degli acciai (2014) Cantata per soprano, voce recitante, voci su nastro, ensemble e live electronics. Testo di Giorgio Luzzi
    Dedicata alle vittime della Thyssenkrupp

    Sabato 31 ottobre 2015, ore 20.30
    Palcoscenico del Teatro Valli
    SPIRITO DEL SOFFIO
    Michele Marelli, clarinetti, corno di bassetto
    Mario Caroli, flauti, ottavino
    Tempo Reale, live electronics (Francesco Canavese e Francesco Casciaro)

    Giacinto Scelsi, Ko-Lho per flauto e clarinetto (1966)
    Karlheinz Stockhausen, Uversa (XVI Ora da Klang) per corno di bassetto e musica elettronica (2007)
    Joshua Fineberg, Breathe per ottavino (1991)
    Pierre Boulez, Dialogue de l’ombre double per clarinetto e nastro magnetico (1985)
    Luigi Nono, A Pierre. Dell’azzurro silenzio, inquietum per flauto contrabbasso, clarinetto contrabbasso e live electronics (1985)